La Storia

68° ANNI DI ATTIVITA’ SPORTIVA

Fondato nel 1949 da un gruppo di appassionati motociclisti divenne in breve tempo un sodalizio di vaste proporzioni.
Iscritto al CONI e alla FEDERAZIONE MOTOCICLISTICA ITALIANA con il n° 0068 organizzò diverse gare di velocità su circuito con la collaborazione delle sezioni di BORGOLAVEZZARO (NO), GRAVELLONA LOM. (PV) e CILAVEGNA (PV).
In seguito vennero organizzate manifestazioni al fine di aiutare i giovani a praticare lo sport motociclistico come gimkane, audax, regolarita, raduni, ecc. ecc.
Nel 1955 il Moto Club Ticinese raggiunse i 350 soci aggiudicandosi ben 2 trofei FMI di regolarità.Foto1

Il 6 ottobre 1957 segnò una data triste per questa famiglia di sportivi: Raul Mondini, 21 anni, uno dei soci più ardimentosi del gruppo FIAMME ORO, incontrava la morte durante lo svolgimento della gara “COPPA DEL CIMINO”. Non poteva essere dimenticato, ecco perché il suo nome si aggiunse a quello del Moto Club Ticinese.
Da questo nutrito vivaio di giovani ben presto emersero grandi personalità: nel 1958 Giuseppe Melli è Recordman Mondiale della categoria Velocità 50 c.c., Italo Longo conquista diversi primati nella specialità del cross e della regolarità.
Nello stesso anno Vasco Loro conquista il primato mondiale su sidecar.
Negli anni seguenti gli atleti del Moto Club Ticinese si distinsero in campo Regionale e Nazionale
nella specialità del Motocross, aggiudicandosi il TROFEO come primi classificati in Lombardia.
La “Befana Benefica”, il “Cimento invernale” e altro…

Nel 1968 venne ideata quella che può considerarsi la più bella manifestazione del Moto Club Ticinese:
la “BEFANA BENEFICA” che ben da 50 anni dona attimi di conforto e serenità, oltre che a generi di prima necessità, agli ospiti più bisognosi di alcuni istituti di Milano e Provincia.
A riconoscimento di tale attività viene assegnato al Moto Club Ticinese l’attestato di BENEMERENZA dal COMUNE di MILANO in occasione della festività di SANT’ AMBROGIO, nell’ anno 1989.
Nel 1975 il CONI assegna al Moto Club la “STELLA DI BRONZO” al merito sportivo.

Un’altra manifestazione che caratterizza il Moto Club Ticinese è il “CIMENTO MOTOCICLISTICO INVERNALE” che raggiungerà quest’anno il traguardo delle 49 edizioni.

 la Befana Benefica La Befana Benefica

Negli ultimi anni il Moto Club Ticinese ha collaborato con le varie Proloco per organizzare raduni, mostre di moto d’epoca, trial e gimkane.
Nel 1982, grazie al Comune di Opera, viene aperta su un campo privato una scuola di motocross ed educazione stradale che ben presto ottiene un’enorme successo.
Nel 1983 viene concesso al Moto Club Ticinese di allestire un campo di motocross in località NOVEGRO di Segrate e grazie alla collaborazione di ditte specializzate nel settore e di case motociclistiche vengono organizzate gare settoriali sino a raggiungere il grande obiettivo di allestire nel 1987, per la prima volta a Milano, una manifestazione internazionale con la partecipazione di ben 4 Campioni Mondiali.

Cimento invernaleCimento invernale

Successivamente organizza gare regionali e nazionali di Motocross: nel 1988 il Campionato nazionale Senior classe125 e negli anni 1989/90/91 la COPPA ITALIA.
Negli anni 1987 1988, nell’ambito delle manifestazioni “SPORT INSIEME” della Zona 15 del Comune di Milano, organizza una Mostra di MOTO D’EPOCA ed una esibizione di TRIALSIN.

Negli ultimi anni il gruppo MOTO D’EPOCA del nostro sodalizio, numerosissimo, ha partecipato con grande successo ai raduni FIM, nazionali e internazionali, raggiungendo nel 1990 il lontano CAPO NORD.
Nella stagione 1991/92 il Moto Club Ticinese si è aggiudicato il titolo europeo di Motocross classe 125 con il pilota Christian Rostagno e il titolo di campione italiano da Sidecarcross con i piloti Barzaghi e Marchi.
Il 20 marzo 1995 il CONI assegna al nostro sodalizio la “STELLA D’ARGENTO” in riconoscimento delle attività sportive e sociali svolte.

Foto5
Iniziò così…
Un gruppo di appassionati motociclisti diede vita nel 1949 ad un Moto Club che prese il nome dal quartiere dove risiedevano e che aveva come simbolo la porta di ingresso alla città.

Nacque così il Moto Club Ticinese.

Il primo presidente fu Angelo Senna, coadiuvato dai Fratelli Menani e dai Fratelli Zaini insieme a tanti altri che oltre ad essere buoni corridori erano anche esperti meccanici.
Nel 1950 ne assunse la presidenza Vincenzo Fardella, anche lui corridore nell’anteguerra, che diede alla Società un notevole impulso per l’attività organizzativa e sportiva.
Nacque così nel 1951 il “Cimento Invernale”, manifestazione che veniva disputata nei classici “giorni della merla”, cioè il 29, 30 e 31 gennaio, con la formula degli audax su strada.
L’enorme successo di partecipazione spronò l’avvio di altre manifestazioni, quali audax, raduni, gare di regolarità e di velocità sui circuiti stradali.

Foto2
Nel 1955 l’attività regolaristica diventava una delle branche sportive praticata dai corridori del “Ticinese“, che vinsero così per due anni consecutivi il “Trofeo F.M.I. Regolarità”.
Vanno ricordati i corridori che portarono risultati importanti, vincendo molte delle gare a cui partecipavano, tra i quali:

Ugo Zarbini: Vincitore dei circuiti di Crema e Lodi in sella alla Parilla Monoalbero.
Silvio Zaina: Con ottimi piazzamenti in sella alla Benelli Monoalbero.
Nino Rovatti: Vincitore del Campionato Regionale Velocità a Monza con la Mondial e poi le tante vittorie in circuiti stradali con l’Astoria 160 e le numerose partecipazioni alla Milano-Taranto ed al Giro d’Italia, per passare poi ai motoraid e vincere anche il Campionato Italiano Vespa Gilera negli ultimi anni di attività.
Giuseppe Melli: Pilota ufficiale della Parilla, vincitore di molte gare di velocità sia in circuito che nelle classiche gare di fondo Milano-Taranto e Giro d’Italia, ma soprattutto recordman Mondiale nella classe 50 sulle varie distanze con una Alpino.
Italo Longo: Primo corridore a praticare il Motocross nel Moto Club Ticinese, oltre che Regolarista di buona levatura, vincitore di molte gare tra cui lo “Scudo del Sud”, gara di regolarità che si svolgeva in Puglia. Correva con una Triumph Special 500 bicilindrica.
Vasco Loro: Grande corridore di velocità che si affermò come uno dei migliori privati che correvano sia in Italia che all’estero in sella a moto inglesi e giapponesi nelle classi 350 e 500. Inoltre conquistò insieme ad altri campioni, alcuni record mondiali con la Guzzi V7 sport con sidecar.

 Il Consiglio Direttivo Il Consiglio Direttivo - Presidente Vincenzo Fardella

Lorenzo Dobelli: Campione del mondo dei Sidecar negli anni 1955-1956 in coppia con l’inglese Oliver con una Norton Manx.
Raul Mondini: Giovanissimo corridore, vincitore di molte gare di regolarità in sella alla Moto Bianchi. Passato poi alla velocità diventa uno specialista delle gare in salita, vincitore di molte classiche nella classe 175 sempre in sella alla Bianchi. Nel 1957 durante la gara in salita “Coppa del Ciminino” perdeva la vita lasciando un vuoto incolmabile in tutti noi. Da allora, in sua memoria, il Moto Club Ticinese venne chiamato “Moto Club Ticinese – Raul Mondini“.
Giuseppe Colombo: Corridore di velocità sia in circuito che in salita, vincitore di molte gare nella sua cilindrata. Nel 1968 durante lo svolgimento della “Pontedecimo-Giovi” dopo rovinosa caduta, perdeva la vita.
Giorgio Castelli: Corridore di velocità di alto livello, pilota ufficiale Motobi, vincitore di tanti circuiti di velocità negli anni 60, più volte vice campione italiano classe 175.
Lino Scotti: Grande corridore di regolarità pilota ufficiale Rumi, vincitore di molte gare di regolarità. Medaglia d’oro alla 6 giorni, vincitore del Trofeo F.M.I. di regolarità sia individuale che a squadre.
Sergio Maspes: Campione di regolarità pilota ufficiale MV Agusta. Vincitore di tantissime gare. Medaglia d’oro alla Sei giorni Internazionale.

Negli anni 60 avvenne un avvicendamento alla presidenza della Società. Diventava presidente Giordano Mondini, padre di Raul, che proseguendo sulla strada tracciata dal suo predecessore, continuava l’attività organizzativa con il Cimento Invernale e con l’attività agonistica nelle specialità di velocità regolarità e poi nella nuova specialità del motocross.

Nel 1967 i fratelli Nino e Sergio Rovatti, coadiuvati da un ristrettissimo gruppo di soci tra cui il presidente e Marin Saverio, davano vita all’idea di portare doni, nel giorno della Befana, a nome dei motociclisti milanesi, all’Istituto dei Martinitt. Malgrado la scarsità dei partecipanti, preceduti da un piccolo motocarro carico di doni, l’accoglienza a loro riservata, con tanto di banda, fu calorosa e sentita.

Il Moto Club Ticinese sposò l’iniziativa, facendo nascere così la “1a Befana Benefica”. Oggi siamo alla 50^ edizione, la partecipazione è aumentata tanto che nel gennaio 2006 si è registrata la presenza di circa 7.000 partecipanti. Attualmente gli Istituti beneficiati sono il “Piccolo Cottolengo di Don Orione” e “Istituto Sacra Famiglia” di Cesano Boscone.

Nel 1975 il nostro Moto Club ha ricevuto la Stella di Bronzo al merito sportivo da parte della F.M.I. e nel 1989 il Comune di Milano ci ha insignito dell’attestato di Benemerenza Civica.

Motocross

Negli anni 80 nuovo avvicendamento alla presidenza che venne assunta da Giancarlo Ferrara.
Le attività sportive hanno avuto un nuovo impulso con l’avvento di un gruppo dirigenziale desideroso di far ben figurare il Moto Club nell’attività di Motocross e nell’Enduro. Venne creata la scuola di fuori strada nell’impianto di Opera, e successivamente presso la struttura permanente del parco Esposizioni di Novegro con una pista di motocross, dove negli anni sono state disputate gare internazionali, campionati italiani sidecar cross, Coppa Italia, Campionati Regionali e tante altre gare promozionali. La gara internazionale ha visto la partecipazione di ben 4 Campioni del Mondo.
Per tutte le attività svolte in quel periodo, nel 1994 il Moto Club Ticinese fu insignito della Stella d’Argento del CONI.

Molti corridori si misero in luce in quegli anni, tra i quali è doveroso ricordare:
Franco Nazionale: Campione Regionale Cadetti 125 Motocross. Vice campione italiano junior 250 motocross, campione italiano cadetti a squadre.
Giorgio Bolondi: Campione italiano cadetti a squadre, vice campione regionale cadetti 250, campione provinciale cadetti 250, specialità motocross.
Franco Curti: Campione italiano cadetti a squadre, campione provinciale cadetti 250 specialità motocross.
Christian Ristagno: Campione europeo under 21 classe 125 motocross anno 1992, e vice campione junior nazionale.
Giuseppe Barzaghi: Campione italiano sidecar cross per ben 2 anni, vincitore di gare internazionali della stessa specialità sia in Italia che all’estero. Campione prematuramente scomparso durante una sessione di allenamento.
Giuseppe Anselmi, Ermanno Zampolli e Nino Rovatti: Componenti la squadra di motoraid, vincitori di gare regionali, nazionali e dei rispettivi titoli di categoria.

In questi ultimi anni l’attività del Moto Club Ticinese si è allargata anche agli appassionati di moto d’epoca: un corposo nucleo di moto collezionisti che svolge attività turistiche di vario tipo.

Sergio MalguzziSergio Malguzzi

Nel 1990, nuovo avvicendamento alla presidenza, infatti a Giancarlo Ferrara, che la lascia per motivi di salute, succede Sergio Malguzzi che con il suo dinamismo e con il suo entusiasmo imprime un impulso alle attività; benefiche, turistiche e sportive. In particolare tra le attività benefiche l’adozione a distanza di 3 bambini kenioti ed il contributo per la costruzione di una casa in muratura ad una famiglia del villaggio di Cockin (Oceano Indiano) dopo il maremoto del Dicembre 2004 (Tsunami). Inoltre, dopo il terremoto che ha colpito il nostro Sud, alla raccolta ed invio di indumenti per gli anziani di Monterotaro (FG).

L’attività turistica è stata ricca di viaggi e di chilometri, sia in Italia che in Europa.

Nello sport agonistico la Scuderia composta da tanti giovani si è distinta e si distingue nei Campionati Italiani di velocità e nei Campionati Monomarca.

L’organizzazione di manifestazioni resta sempre un altro punto di forza del Moto Club Ticinese.

Nel 2005, unitamente alla sezione “Falchi” della Polizia Municipale di Milano, è stato organizzato il 1° Trofeo Madunina. Manifestazione valida quale prova di campionato motociclistico delle forze di polizia nella specialità gimcana e motoraid. È utile ricordare che questa Sezione, formata dai nostri “Ghisa” ha partecipato a numerosi eventi sportivi ottenendo risultati al di là di ogni aspettativa. Un punto d’orgoglio la vittoria per ben tre anni del Campionato Nazionale F.M.I. femminile di Ginkana e Motoraid.

Il Futuro
Per il futuro l’obiettivo da raggiungere è arrivare ad avere tanti soci che vogliano vivere la meravigliosa attività che è il viaggiare in moto.